BJG ROOTS MUSIC

LA PASSIONE PER LA MUSICA.
L’AMORE PER LA TRADIZIONE RINNOVATA.
LO SCOPO DELLA COESIONE SOCIALE.

Alberto ContriLa musica è un grande fattore di coesione sociale.
Per questo motivo la Fondazione Pubblicità Progresso le dedica molta attenzione. Tra i seminari e gli eventi della Conferenza Internazionale della Comunicazione Sociale che la Fondazione organizza lungo l’arco dell’anno, molti sono i momenti - promossi o patrocinati – che nell’edizione 2009 hanno visto la musica come protagonista: dal grande concerto allo stadio di S.Siro di Milano “Amiche per l’Abruzzo”, al concorso “Suoni senza confini” (dedicato a band con al loro interno almeno un migrante), alla serata “Indeepandance” del Festival Music Across, all’incontro al teatro Duse di Bologna in collaborazione con il Dipartimento Musica dell’Università, cui hanno partecipato artisti che riservano nella loro vita professionale una attenzione molto particolare all’impegno sociale: Caterina Caselli, Ron, Mario Lavezzi, Lucio Dalla, Rezophonic, Alessandro Bergonzoni, Elisa, Orchestra Mozart, Doctor Life…).
Nel luglio 2009 c’è stato un evento molto particolare: la prima uscita pubblica di BJG Roots Music, sul grande palco dell’Arena Civica di Milano, nell’ambito del Milano Jazzin’ Festival:

B per Bluegrass
J per Jazz
G per Gospel.


Nata da una intuizione di Alberto Contri, presidente della fondazione ma anche musicista e collezionista di dischi e strumenti a corda antichi e moderni, questa iniziativa intende far riscoprire ai giovani le origini del rock & roll, oltre a costruire occasioni di incontro per far conoscere i progetti di Pubblicità Progressoe raccogliere anche fondi per le sue molteplici attività sociali.
BIG Roots Music è un’orchestra-spettacolo di 16 elementi, forte di un notevole impatto scenico, grazie aò quale la contestualizzazione storico-culturale si mescola senza soluzione di continuità al divertimento puro.
Disponibile per festival, concerti, eventi, convention, programmi radiotelevisivi, può contare nel proprio organico alcuni tra i migliori musicisti italiani e stranieri dei generi bluegrass, jazz e gospel. In omaggio al principio delle pari opportunità , tra i musicisti svolgono un ruolo di grande rilievo quattro donne, eccellenti vocalist e polistrumentiste.
Il repertorio si ripropone di risalire alle radici dei tre generi (da qui BJG Roots Music) reinterpretandoli con grande rispetto per la tradizione ma in chiave gradevolmente inconsueta, grazie agli originali arrangiamenti di Enrico Cresci.
Ecco perché in scaletta sono presenti brani storici bluegrass, jazz, gospel, insieme a brani scritti o resi famosi da Bob Dylan, Carole King, Kank Williams, Doc Watson, Billy Joel, Ricky Skaggs, Clara Ward, Ray Charles, Blood Sweat and Tears, Joe Cocker, Alison Kraus, Rolling Stones, Dayna Kurtz.

Un modo totalmente nuovo e gratificante per imprese, festival ed enti, di interpretare i nuovi criteri della responsabilità sociale.